IL DIRETTORE ARTISTICO

LUCA BELLONI

Image



CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

FORMAZIONE

LUCA BELLONI è nato a Milano nel 1969. Ha studiato Composizione presso i Conservatori di Milano e Adria (RO) diplomandosi nel 1997 con il massimo dei voti nella classe di Luigi Verdi e perfezionandosi quindi sotto la guida di Pippo Molino.

Nel 2005 ha partecipato ai corsi dell’Accademia Chigiana di Siena (Corso d Direzione d’Orchestra, docente: Gianluigi Gelmetti) e nello stesso anno ha conseguito il Diploma Accademico di Secondo Livello in Discipline Musicali, indirizzo Compositivo, corso di Composizione, con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria. E’ sposato e vive a Corbola (RO).

ATTIVITA’ ARTISTICA E MUSICOLOGICA

Sue composizioni sono state trasmesse dal Secondo Canale della Radio della Svizzera Italiana ed eseguite in diverse città italiane tra le quali: Milano (Conservatorio: Sala Puccini, Spazio Oberdan, Palazzina Liberty, Palazzo Reale, Camera del Lavoro), Bologna (Accademia Filarmonica: Sala Mozart), Ferrara (Stagione del Teatro Comunale), Rovigo (Tempio della Rotonda in occasione di Telethon, Accademia dei Concordi, Auditorium S. Michele), Adria (Teatro Comunale), Bergamo (Incontri europei con la musica, XIX edizione), Padova (Sala dei Giganti del Liviano, Cappella degli Scrovegni, Chiesa di S. Andrea, Chiesa di S. Maria dei Servi, Battistero del Duomo, Studio teologico del Santo), Parma, Rimini, Camerino, Senigallia, Salò.

Nel 2001 Radio Vaticana ha dedicato una trasmissione monografica alla sua produzione compositiva.

I suoi Cinque studi per chitarra hanno ottenuto il diploma di merito nell’edizione 1998 del Concorso di Composizione "P. Barsacchi" di Viareggio.

La sua attività direttoriale spazia dal repertorio classico a quello contemporaneo.

E’ direttore stabile dell'Ensemble "Webern", formazione che ha fondato e con la quale si è esibito in diverse città italiane, svolgendo un’attività volta alla valorizzazione della musica d’oggi.

Alla testa dell’Ensemble ha diretto moltissimi concerti “tematici” dedicati anche a significative personalità del panorama musicale contemporaneo (quali ad esempio Castiglioni, Fellegara, Molino o Bombardelli).

Per l’Ensemble “Webern” hanno composto brani importanti compositori tra cui: Chiara Benati, Pieralberto Cattaneo, Pippo Molino, Carlo Galante, Riccardo Riccardi, Biancamaria Furgeri, Umberto Bombardelli, Roberto Tagliamacco, Giovanni Grosskopf, Maurizio Biondi.

Dal 2003 ha collaborato con l’Ensemble “Laboratorio Novecento” di Adria (RO) alla testa del quale ha eseguito importanti pagine del repertorio contemporaneo tra cui l’”Histoire du Soldat” di Igor Stravinsky (in una mise en éspace appositamente realizzata da C. Lobbia e

1

G. Calindri) e il “Das Lied Von der Erde” di Gustav Mahler (nella versione per orchestra da camera a cura di Arnold Schoenberg, Anton Webern e Reinald Riehn).

E’ tra i soci fondatori del Centro Studi “Arcipelago Musica” di Milano, all’interno del quale è nata la prima Biblioteca Musicale Multimediale italiana, della quale ha ideato la struttura e pianificato le acquisizioni.

Sempre per “Arcipelago Musica” ha svolto attività di moderatore in diversi incontri del ciclo “Vedere la musica” - conferenze con Fabio Vacchi, Davide Anzaghi, Carlo Florindo Semini, Alessandro Melchiorre, Carlo Boccadoro, Gianni Possio – (Milano, Palazzo delle Stelline) ed ha tenuto la relazione “Un addio alla tonalità: Mahler e Schoenberg” (Centro Culturale di Milano) nel contesto del ciclo “Capire la Musica”.

Svolge attività musicologica e di divulgazione tenendo numerosissimi incontri di introduzione all'ascolto presso importanti istituzioni (teatri, stagioni concertistiche e centri culturali) in tutta Italia. Dal 1998 è regolarmente ospite del “Meeting per l’amicizia tra i popoli” di Rimini in qualità di relatore.

Per il Teatro Sociale di Rovigo ha redatto i programmi di sala di produzioni quali “Falstaff” di G. Verdi (2002) e “Il Pranzo” (balletto in prima esecuzione assoluta) di Carlo Pedini (2003).

Per la casa discografica Universal ha curato le note di copertina del III concerto di S. Rachmaninov (DGG), della VI e IX Sinfonia di L. van Beethoven (DECCA – DGG), del III concerto per violino di W. A. Mozart (PHILIPS), della Sonata in La minore "Arpeggione" di F. Schubert (DECCA), del Concerto K. 466 di W. A. Mozart (DGG) delle Sonate op. 57, op. 111 e del Quartetto op. 132 di L. van Beethoven (DGG).

La sua opera da camera Il Ritorno è stata eseguita (sotto la sua direzione) al Teatro Comunale di Adria riscuotendo lusinghieri consensi di pubblico e critica (L’Opera, novembre 2004).

Con l’ensemble Stella maris (da lui fondato e diretto) ha eseguito in diverse occasioni lo Stabat Mater di G.B. Pergolesi, la Johannes-Passion di J.S.Bach e lo spettacolo Percorsi e labirinti (su un testo di Maurizio Biondi) dedicato alle strutture polifoniche nella tarda produzione bachiana..

Nell’autunno 2007 ha diretto la in prima esecuzione due nuovi lavori teatrali: La morte di Ivan (libretto e musica di Luca Belloni, da Tolstoj) e L’Illusione di Pippo Molino, da Solov’ev presso il Centro congressi “Papa Luciani” di Padova

Nel 2009 ha diretto un ciclo di concerti (Milano, Padova, Parma) in cui, accanto ad altre pagine di prestigiosi compositori contemporanei, ha tenuto a battesimo il suo Requiem per due voci e strumenti.

Nella primavera 2010 ha ideato e diretto il concerto Gioivano in coro le stelle del mattino dedicato alla pittura di Giotto ed eseguito (caso pressoché unico nella storia del prezioso monumento patavino) nella meravigliosa cornice della Cappella degli Scrovegni di Padova.

2

Nella primavera del 2011 ha diretto la prima esecuzione della sua Passio et mors Domini Nostri Jesu Christi secundum Lucam (importante pagina per soli, coro e gruppo strumentale) nella Chiesa di S. Maria dei Servi a Padova.

Nell’aprile del 2012 ha diretto lo Stabat Mater di G. B. Pergolesi nella prestigiosa sede della Basilica di S. Antonio a Padova davanti ad un pubblico di circa 1000 persone.

Nel periodo agosto/settembre 2012 è stato ospite principale di 4 trasmissioni di Jukebox 900 (incontri con personalità musicali significative del panorama classico contemporaneo) sulle frequenze del Secondo Canale della Radio della Svizzera Italiana.

Nel marzo 2013 il suo oratorio “RUSSIA 1943 – una Via crucis” (dedicato alla commemorazione del 70° anniversario della tragica Ritirata di Russia dell’ARMIR) è stato eseguito sotto la sua direzione a Padova riscuotendo lusinghieri consensi di pubblico e critica.

Tra l’agosto 2013 e il marzo 2014 ha intrapreso un giro concertistico in diverse città italiane in cui ha diretto l’Ensemble “Webern” interpretando versioni per gruppo strumentale della Sinfonia n.8 (“Incompiuta”) di F. Schubert e della Sinfonia n.5 di L. van Beethoven nel contesto di conferenze-concerto in cui ha svolto anche il ruolo di relatore.

Nell’ottobre 2014 il suo oratorio APOCALISSE CON FIGURE è stato eseguito presso lo Studio Teologico della Basilica del Santo e nella prestigiosa cornice del Battistero della Cattedrale di Padova davanti ad un pubblico selezionato (tra cui spiccava il procuratore della Repubblica della città accanto ad altre autorità).

Nel novembre 2015 le sue FONBRAUN – VARIATIONEN sono state eseguite nella splendida Sala dei Procuratori della sede municipale di Salò.

Nella primavera 2016 ha iniziato il ciclo, da lui ideato, “Quattropernove” che consiste nell’esecuzione (attraverso la formula della conferenza-concerto) delle nove Sinfonie di L. van Beethoven in un adattamento per piccolo gruppo da camera. Le prime due tappe (Sinfonie n.1 e 5) si sono tenute nella prestigiosa cornice della restaurata Sala dei Giganti presso il Liviano (Padova).

Nell’autunno 2016 la sua composizione Improvvisazioni norvegesi (per clarinetto, viola e pianoforte) è stata eseguita nella prestigiosa stagione dell’associazione “Secondo maggio” (http://www.secondomaggio.it/ ) di Milano.

La sua Via Crucis (in fase di completamento) verrà eseguita in importanti centri concertistici italiani.

Alla testa dell’Ensemble WEBERN sta preparando l’incisione delle 9 Sinfonie di L. Van Beethoven in una versione d’epoca per complesso da camera

DISCOGRAFIA
Igor Stravinsky:
L’histoire du Soldat, Audio ES Italian Section (2003)

Nel 2011 è stato pubblicato, nella collana discografica di ABEditore, un CD monografico dedicato alla sua produzione compositiva dal titolo Requiem.

3

Esecuzioni da lui dirette (La risurrezione di Lazzaro, Quia Fecit) sono state pubblicate nel CD Dreaming, dedicato a composizioni di Roberto Tagliamacco (ABEditore, 2011)

ALTRE ATTIVITA’ IN AMBITO MUSICALE E CULTURALE

Ha collaborato con il quotidiano online Il sussidiario in veste di curatore della rubrica THE DAY AFTER TONALITY (http://www.ilsussidiario.net/Rubriche/The-day-after-tonality/ ) dedicata alla musica colta contemporanea.

E’ stato editor della macroarea UNIVERSO MUSICA (partiture, discografia, didattica, saggistica) e membro della Direzione Editoriale della casa editrice ABEditore di Milano.

DIDATTICA

Dal. 2005 al 2007 ha anche insegnato “Analisi delle Forme compositive” (Diploma Accademico di II livello) presso il Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria.

Nel 2016 gli viene conferita la nomina in ruolo in qualità di docente di Musica nella Scuola Secondaria di Primo Grado.

In ambito espressamente didattico vanta una corposa produzione letteraria e compositiva.

Ha infatti ridotto per le scene, composto i numeri musicali, allestito (regia) e rappresentato le opere per ragazzi:

  • -  Il fantasma di Canterville (da Oscar Wilde)

  • -  Il Gigante egoista (da Oscar Wilde)

  • -  Alice nel paese delle meraviglie (da Lewis Carrol)

  • -  Don Chisciotte (da Cervantes)

  • -  Sogno di una notte di mezza estate (da Shakespeare)

    Per la scuola primaria ha scritto (testo e numeri musicali) e partecipato all’allestimento delle operine per bambini:

  • -  Giacomino e la torta di compleanno

  • -  Giacomino e il mistero della Notte

© Copyright 2018 Studio Mariotti. All Rights Reserved.

Search

Privacy Policy